• 16/04/2024 9:25

Centro Caltagirone | Turismo, Aziende, Eventi | La tua guida completa a Caltagirone e dintorni

Blog - Centro Caltagirone | La tua guida completa a Caltagirone e dintorni | Turismo, Aziende, Eventi | Portale Calatino Network dal 2005 online

Sileri: “Lavorare a test sierologico di Stato altrimenti è giungla” 

DiRedazione3

Mag 21, 2020
Sileri: Lavorare a test sierologico di Stato altrimenti è giungla

Immagine di repertorio (Afp)

Io sarei per il test sierologico di Stato. Dovrebbe passarlo la Regione” anche se “non a tutti”, ma a chi viene “individuato dal medico di medicina generale o dal medico competente”. Lo afferma il viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, che in un intervento oggi a Radio Deejay spiega di credere “fermamente” nell’utilità del test per la misurazione degli anticorpi anti Covid-19.

“Dobbiamo lavorare affinché lo Stato garantisca il sierologico” a tutte le persone che ne hanno bisogno, dice, anche per disciplinare la corsa all’esame privato: “Auspico che il ministero della Salute a breve fornisca una maggiore regolamentazione – si augura Sileri – altrimenti poi diventa una giunga”.

Per Sileri “va scelto e consigliato il test sierologico migliore“, che “al momento deve essere fatto da coloro che hanno davvero dei rischi” come chi “è stato a casa con qualcuno che si è infettato, non ha fatto il tampone e deve capire se ha preso il virus o meno”. Il viceministro, guarito da Sars-CoV-2, fa un esempio: “Io ho avuto il virus. Mia madre non è mai venuta a casa, ma se fosse stata a casa con me lei sarebbe una candidata a dover fare il test”.

Quanto ai test privati, offerti da un numero sempre maggiori di laboratori, quelli che lo fanno “spesso applicano un costo arbitrario”, osserva il viceministro. “E’ chiaro che i laboratori privati fanno dei test – precisa – Alcuni sono sicuramente validi” e, “se il prezzo è contenuto e qualcuno vuole farselo, può farlo. Il problema è che, se poi risulta positivo, devi farti il tampone” pagando anche quello.

Ma quale dovrebbe essere ‘il prezzo giusto’ per un test degli anticorpi? “Quanto più basso possibile. Ho sentito prezzi che vanno dai 30-40 euro fino ai 150”, risponde Sieri che insiste: “Dobbiamo lavorare affinché lo Stato garantisca il sierologico non a tutti, ma a chi dovrebbe farlo”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.