Oggi l’assessore Navanzino e il presidente Alparone a Gorizia: “ponte” fra le due città nel segno di Andrea Parini, il grande ceramista e scultore nato a Caltagirone e morto nella città friulana

L’assessore alle Politiche culturali Antonino Navanzino e il presidente del Consiglio comunale Massimo Alparone intervengono oggi 21 maggio, alle 16, a Casa Krainer, a Gorizia, alla prima delle due giornate in cui si articola “Diversità di lingue per una cultura unificante – Dante, Ascoli e i testimoni di confine”, l’evento culturale organizzato dall’Istituto per gli incontri culturali mitteleuropei della città friulana. Entrambi, nell’ambito della presentazione delle due colonne in ceramica dell’artista, custodite dall’Istituto, porgeranno i saluti della città di Caltagirone, sottolineando il legame che può determinarsi fra le due città nel segno di Andrea Parini, il grande ceramista, scultore e incisore nato a Caltagirone il 13 giugno 1906 e morto a Gorizia il 18 gennaio 1975, dove visse per anni e dove è sepolto nel monumento funebre disegnato con dedica dal suo amico Giò Ponti.

Tanto Navanzino quanto Alparone, che ieri pomeriggio (nella foto) hanno incontrato il prefetto di Gorizia Raffaele Ricciardi, sottolineano “il ponte che, nel ricordo di un nostro illustre concittadino, si crea fra le due comunità e che potrà offrire spunti per ulteriori forme di collaborazione”.

La “due giorni” di Gorizia costituisce un appuntamento preparatorio al Festival delle narrazioni, della letteratura e del libro “Naxoslegge”, che si terrà a Giardini Naxos il prossimo mese di settembre e che metterà a confronto la Sicilia con il territorio transfrontaliero.

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com