New York entra in Fase 2: riaprono ristoranti e negozi 

ESTERI
New York entra in Fase 2: riaprono ristoranti e negozi

Dopo oltre 100 giorni, New York fa un ulteriore passo verso il ritorno alla normalità. Gli abitanti di una delle città più colpite negli Usa e nel mondo dalla pandemia di coronavirus, possono da oggi riprendere alcune delle loro abitudini, dopo che le autorità hanno dato il via libera alla seconda fase (su quattro) del piano di allentamento delle misure restrittive. Si potrà tornare a mangiare nei ristoranti, ma solo se avranno allestito tavoli all’aperto, così come è consentita la riapertura dei negozi, sebbene con ingressi contingentati. Riaperti anche i parchi-giochi e i parrucchieri. Con la ‘Fase 2’ è prevista anche la riapertura di alcuni degli uffici ospitati nei grattacieli della città, anche se diverse aziende hanno già annunciato che manterranno l’attuale regime di telelavoro, almeno fino alla fine dell’estate. Il sindaco Bill de Blasio ha detto di prevedere che a partire da oggi tra i 150mila e i 300mila newyorchesi torneranno al lavoro. Un numero esiguo, rispetto ai milioni di persone che in tempi normali affollano le strade, i mezzi pubblici e i marciapiedi della città nei loro spostamenti.

In un sondaggio condotto questa settimana dalla ‘Partnership for New York City’, una delle associazioni imprenditoriali più influenti della città, 60 aziende che hanno i loro uffici a Manhattan prevedono che solamente il 10 per cento dei loro impiegati farà ritorno fisicamente al lavoro entro il 15 agosto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com