• 24/05/2024 17:20

Centro Caltagirone | Turismo, Aziende, Eventi | La tua guida completa a Caltagirone e dintorni

Blog - Centro Caltagirone | La tua guida completa a Caltagirone e dintorni | Turismo, Aziende, Eventi | Portale Calatino Network dal 2005 online

Museo civico dell’ex Carcere borbonico: finanziati (400mila euro) i progetti per la ristrutturazione dell’edificio e per la creazione di servizi innovativi

DiRedazione

Gen 8, 2020

Buone notizie per l’ex Carcere borbonico, prestigiosa sede del Museo civico e pinacoteca “Luigi Sturzo”: due progetti presentati dal Comune di Caltagirone per dare ulteriore lustro alla struttura, per la somma complessiva di 400mila euro, sono stati finanziati con apposito decreto, dall’assessorato regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, nell’ambito dell’avviso pubblico per l’assegnazione di risorse (Po Fesr 2014-2020) finalizzate a promuovere interventi per la tutela, la valorizzazione e la messa in rete del patrimonio culturale, materiale e immateriale, nelle aree di attuazione di rilevanza strategica tale da determinare e consolidare prassi di sviluppo.

Si tratta di un progetto di 100mila euro per la creazione di servizi e/o sistemi innovativi e l’utilizzo di tecnologie avanzate e di un altro (300mila), che mira alla ristrutturazione dell’edificio.

“Con queste risorse – sottolinea l’assessore alla Cultura, Antonino Navanzino – si porranno in essere azioni che accresceranno e diversificheranno, anche in chiave digitale, la fruizione di un autentico gioiello, che potrà così costituire sempre di più e meglio un punto di riferimento nell’offerta culturale della nostra città”.

 “Si tratta di somme – afferma il sindaco Gino Ioppolo – attraverso le quali, confermando la capacità dell’ente di intercettare finanziamenti dall’esterno, potremo migliorare le condizioni strutturali dell’immobile e realizzare pure una più moderna ed efficace fruizione di uno dei più significativi siti museali di cui la città dispone, con indubbie ricadute positive da un punto di vista culturale e turistico”.