• 27/05/2024 13:30

Centro Caltagirone | Turismo, Aziende, Eventi | La tua guida completa a Caltagirone e dintorni

Blog - Centro Caltagirone | La tua guida completa a Caltagirone e dintorni | Turismo, Aziende, Eventi | Portale Calatino Network dal 2005 online

Libriamoci 2019”: anche a Caltagirone, da lunedì 11 a sabato 16 novembre, giornate di lettura nelle scuole, eventi nelle biblioteche, visite guidate e laboratori grafico – pittorici

DiRedazione

Nov 8, 2019

Il Comune di Caltagirone partecipa a “Libriamoci 2019 – Giornate di lettura nelle scuole”, l’iniziativa del Centro per il libro e la lettura che, nata da un protocollo d’intesa tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo, coinvolge le scuole italiane di ogni ordine e grado. La sesta edizione della manifestazione si svolgerà da lunedì 11 a sabato 16 novembre.

 A Caltagirone sono previste giornate di lettura nelle scuole, eventi nelle biblioteche comunali, visite guidate al Museo naturalistico, giochi e laboratori grafico – pittorici in collaborazione con la cooperativa “Cianfry”, col Museo naturalistico, con l’associazione culturale “Le Muse”, con l’associazione “Maieutica”, con l’associazione ludica “Shield” e con la cooperativa San Francesco – Progetto Fami.

I temi saranno tre: “Gianni Rodari: il gioco delle parole, tra suoni e colori”, in vista del centenario della nascita dello scrittore, pedagogista, giornalista e poeta, che verrà celebrato nel 2020; “Noi salveremo il pianeta”, sul ruolo decisivo delle nuove generazioni nella lotta ai cambiamenti climatici; “La finestra sul mondo: perché leggere i giornali”, vale a dire l’informazione tramite la lettura guidata di quotidiani e testi.

            “L’iniziativa – sottolinea il sindaco Gino Ioppolo – intende promuovere la lettura fra gli studenti, nella consapevolezza del suo alto valore educativo e formativo. E’, quindi, una bella opportunità per scoprirne o riaffermarne il potere coinvolgente, resa possibile grazie alla collaborazione di scuole e associazioni”.£