Covid Italia, Iss: reinfezioni in lieve aumento al 13%

Nell’ultima settimana la percentuale di reinfezioni da Covid 19, sul totale dei casi segnalati, risulta pari al 13%, in leggero aumento rispetto alla settimana precedente (12,7%). E’ quanto emerge dal Report settimanale esteso dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss) sulla sorveglianza epidemiologica per la settimana che va dal 25 al 31 luglio.

Dal 24 agosto 2021 al 3 agosto 2022 sono stati segnalati 921.736 casi di reinfezione, pari a 5,6% del totale dei casi notificati nello stesso periodo.

Al 3 agosto sono state somministrate, complessivamente, 139.776.812 dall’inizio della campagna vaccinale, avviata il 27 dicembre 2020. Di queste 47.315.932 sono prime dosi, 49.951.565 seconde (o uniche dosi), 40.618.345 terze dosi e 1.890.970 quarte dosi.

Il tasso di incidenza dell’infezione da Covid 19, ovvero il numero di nuovi casi osservati in un determinato periodo di tempo, è in diminuzione – nell’ultima settimana – in tutte le fasce di età, e risulta compreso fra i 250 e 1.000 casi per 100.000 abitanti. E nella fascia di età 30-39 anni si registra la più alta diminuzione.

Il più alto tasso di incidenza a 7 giorni si registra nelle fasce di età 70-79 (687 casi per 100.000), 50-59 anni (685 casi per 100.000) e 60-69 (684 casi per 100.000); mentre nella fascia 0-9 si registra il valore più basso, 437 per 100.000.

L’età media alla diagnosi delle persone segnalati nell’ultima settimana è stabile rispetto alla precedente ed è pari a 50 anni. In diminuzione da tre settimane la percentuale di casi tra gli operatori sanitari (1,9%) rispetto al resto della popolazione.

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com