Coronavirus, Brusaferro: “Bimbi al parco? Evitare boomerang per nonni”

CRONACA
Coronavirus, Brusaferro: Bimbi al parco? Evitare boomerang per nonni

Foto Fotogramma

“Se è vero che nei bambini l’infezione” da Covid-19 “circola, ma ha effetti più contenuti o molto contenuti, è altrettanto vero che in una struttura familiare come quella italiana, dove il nonno è una figura importante nella gestione del bambino”, si può creare un “cortocircuito” che “può diventare un boomerang. Quindi dobbiamo stare molto attenti a come lo gestiamo e lo organizziamo”, pensando anche alla vulnerabilità degli anziani. Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di sanità (Iss), ha risposto così in conferenza stampa alla Protezione civile a chi gli chiedeva se dal 4 maggio si potrà pensare a una maggiore libertà di circolazione dei bimbi nei parchi o all’aria aperta.

“E’ chiaro che oggi il tema della salute delle persone riguarda il Covid in gran parte, ma c’è anche un’altra parte importante – ammette l’esperto – che ha a che fare con il movimento, con la possibilità dell’attività fisica, con altri tipi di esigenze che possiamo avere. Ma queste – avverte – le dobbiamo declinare in maniera tale che il rischio” di circolazione del coronavirus “sia ridotto, quindi stiamo studiando, stiamo valutando”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com