C A L T A G I R O N E. Torna a casa guarito 57enne ricoverato a metà marzo

 

CALTAGIRONE. Le giornate, in e- mergenza Coronavirus, trascor- rono una uguale all’altra, con qualche “variazione sul tema” de-terminata dalla necessità di usci- re per acquistare alimenti (nei su- permercati non mancano le file) o recarsi in farmacia, oppure in edi- cola o nei pochi altri negozi aper- ti. La prossima “scommessa” per i calatini, da vincere anch’essa, co- me avvenuto nel ponte pasquale, sarà quella di fare i “bravi”, rima- nendo a casa e, quindi, rispettan- do le regole, nel fine settimana fra il 24 e il 26 aprile. E altrettanto bi- sognerà fare in occasione del 1° maggio e del ponte sino al 3. Un altro inevitabile sacrificio, che però potrebbe preludere a una graduale uscita dal tunnel, anche alla luce dei dati sul contagio che pongono l’Isola in una posizione diversa dalle aree del Paese più colpite. Sul versante sanitario ar- riva un’altra buona notizia. Sale a otto, infatti, il numero dei pazien- ti guariti dal Covid dimessi dall’U- nità operativa complessa (Uoc) di Malattie infettive dell’ospedale “Gravina” di Caltagirone. 

Ieri pomeriggio, dopo il secon- do tampone negativo, è rientrato a casa un uomo di 57 anni, resi- dente in un paese del Calatino. Il paziente era stato ricoverato a metà marzo ed è stato trattato con terapia standard, che combina l’utilizzo di azitromicina, idrossi- clorochina e antivirale. 

Nell’Uoc di Malattie Infettive sono, adesso, 36 i pazienti ricove- rati, di cui 30 per Covid-19. Sei pa- zienti, guariti clinicamente dal 

Covid, sono in attesa del secondo tampone di controllo che, se ne- gativo, consentirà le loro dimis- sioni e il conseguente rientro a 

casa. Intanto nel nosocomio cala- tino si attende che faccia il pro- prio corso, con la maggiore celeri- tà possibile, la procedura, avviata nei giorni scorsi, per dotare l’Uni- tà operativa complessa di Patolo- gia clinica dello stesso ospedale della strumentazione per l’esecu- zione dei test in biologia moleco- lare su tampone, per la ricerca del Coronavirus. La procedura è i- struita dagli uffici calatini dell’U- 

nità operativa complessa Ap- provvigionamenti (direttore Pie- tro Galatà, Rup Giampaolo Run- 

za). Il nosocomio, come si rileva in casa Asp, si sta, inoltre, preparan- do per l’esecuzione dei test quan- titativi per la titolazione degli an- ticorpi, non appena disponibili in commercio. 

MARIANO MESSINEO per la Sicilia di ieri (18 apr 2020)

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com