A Caltagirone pizza gratis per medici e infermieri

CALTAGIRONE. L’idea è nata per caso, più di un mese fa. In silenzio, «perché non mi piace pubblicizzare ciò che faccio in assoluta spontaneità e solo per sentimento di gratitudine verso chi rischia la salute e la vita per ciascuno di noi». L’idea è quella di offrire le pizze ai sanitari che, all’ospedale “Gravina” di Caltagirone, combattono contro il Coronavirus. Il protagonista, in un riserbo che siamo riusciti solo in parte a scalfire, è Santo Di Stefano, titolare della pizzeria “Happy Days”. A lui, che di anni ne ha 52 e che fa il pizzaiolo da sempre (sin da piccolo collaborava col padre nel locale di famiglia), è bastato uno sguardo d’intesa con la moglie Irene per decidere che quello era il modo di dire grazie. Da cittadino che apprezza gli sforzi di chi lotta in prima linea. 

«All’ospedale – riferisce Di Stefano – ho sempre avuto tanti clienti fra medici, infermieri e altri operatori che la sera, prima del turno di notte, ordinano la pizza da asporto. Da quando è cominciata l’emergenza Covid 19 le pizze che consegniamo loro, attraverso i nostri collaboratori, sono gratis». Un atto di generosità, quello di Di Stefano, che si ripete tutti i giorni. A segnalarcelo sono stati gli stessi sanitari: «La sua scelta – sottolinea Francesco Di Masi, segretario del Nursind, il sindacato degli infermieri – è un segno inconfutabile di nobiltà d’animo e di rispetto verso quanti sono impegnati nella difficile battaglia contro un nemico terribile».

Mariano Messineo (da La Sicilia) 

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com