Giovedì 17 ottobre, al municipio, il convegno su: “I diritti dei più fragili, nuove frontiere e strumenti di tutela”

“I diritti dei più fragili: nuove frontiere e strumenti di tutela” è il tema del convegno che, su iniziativa dell’Ordine degli avvocati di Caltagirone e del suo comitato Pari opportunità, dell’associazione Diritti in Movimento e del Centro servizi volontariato etneo col patrocinio del Comune di Caltagirone e dell’Asp di Catania, si terrà giovedì 17 ottobre, dalle 16 alle 19,30, nel salone di rappresentanza “Mario Scelba” del municipio.
Dopo l’introduzione di Mariagrazia Caruso (coordinatrice regionale associazione Diritti in Movimento), di Giuseppe Tigano (presidente di sezione Tribunale civile Caltagirone) e i saluti di Gino Ioppolo (sindaco), Giovanna Scibilia (presidente Tribunale Caltagirone), Giovanni Russo (presidente Ordine avvocati Caltagirone). Rossana Distefano (presidente comitato Pari opportunità Ordine avvocati Caltagirone), Raffaele Barone (medico psichiatra Dipartimento salute mentale Caltagirone – Palagonia – Asp Catania), Sabrina Mancuso (assessore comunale Politiche sociali) e Salvatore Raffa (presidente Centro servizi volontariato etneo),i lavori, moderati da Livio Forturello (associazione Diritti in Movimento), saranno caratterizzati dalle relazioni di Ivana Cardillo, giudice sezione Gip Catania (“Buone prassi in materia di amministrazione di sostegno: il protocollo d’intesa con i Comuni del Distretto Caltagirone – Palagonia”), di Daniela Infantino, avvocato (“Luci e ombre a 15 anni dalla legge 6/2004”) e di Paolo Cendon, professore di Diritto privato all’Università di Trieste, che si soffermerà su: “I diritti dei più fragili, nuove libertà e responsabilità”.

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com