Comuni più “bravi” a intercettare e gestire i fondi comunitari: mercoledì 9 ottobre, nel nodo territoriale di Caltagirone, giornata informativa

            L’obiettivo è quello di contribuire a rendere i Comuni siciliani più “bravi” a richiedere, ottenere  e utilizzare i fondi europei, ovviando a una generalizzata debolezza che per anni è costata cara all’Isola. Per questo la Regione siciliana, nell’ambito dell’azione di rafforzamento amministrativo del personale impegnato nell’attuazione del Po Fesr 2014-2020, ha approvato un progetto del Formez finalizzato pure ad accrescere la capacità di attuazione dei fondi strutturali da parte degli enti locali. In questo contesto, è stata avviata un’attività formativa e di affiancamento che contempla 11 nodi territoriali (i 9 capoluoghi di provincia, ai quali si aggiungono Caltagirone e Capo D’Orlando).                                                                       Il salone di rappresentanza “Mario Scelba” del municipio di Caltagirone, a partire dalle 10,30 di mercoledì 9 ottobre, ospiterà una giornata informativa aperta ai rappresentanti di tutti i Comuni del Calatino – Sud Simeto (in particolare, il segretario generale e i responsabili di settore direttamente o potenzialmente coinvolti nella programmazione, attuazione e gestione dei fondi comunitari) dedicata alla presentazione del progetto in questione con la descrizione dei contenuti, dell’articolazione delle attività previste e delle modalità di partecipazione ai corsi.   

            “La migliore capacità di intercettare risorse comunitarie e di affrontare in maniera efficace una  stagione di investimenti si spera consistenti – sottolinea il sindaco Gino Ioppolo – costituisce una nostra priorità, per la quale iniziative come questa, finalizzate a rendere il nostro personale sempre più all’altezza delle nuove sfide, possono dare un significativo apporto”.   

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com