Sopralluogo di sindaco, assessori e rappresentanti degli uffici nell’area  in cui sta sorgendo il Centro comunale di raccolta dei rifiuti: “Spinta  all’ulteriore crescita della raccolta differenziata”

Stamani sopralluogo dell’Amministrazione comunale – il sindaco Gino Ioppolo, il vicesindaco Sergio Gruttadauria e l’assessore alle Politiche ecologiche Francesco Caristia – e dei rappresentanti e componenti degli uffici competenti nell’area, di circa duemila metri quadrati, compresa tra le vie Duca di Camastra e Monsignor Mario Sturzo, in cui sono in corso di svolgimento i lavori, finanziati dall’assessorato regionale all’Energia (importo complessivo 1.095.000,00 euro, come da progetto presentato dal Comune) per la realizzazione di un Centro comunale di raccolta (Ccr) a servizio della raccolta differenziata. L’opera – progettazione e direzione a cura dell’Area 4, il cui responsabile è l’ingegnere Sebastiano Leonardi, Rup l’architetto Elio Alberghina – sarà ultimata entro il 31 dicembre 2019 ed entrerà in funzione nel gennaio del 2020. Essa si sostanzierà in: un muro di recinzione attorno all’area, 14 stalli in cui conferire le diverse tipologie di rifiuto e altrettanti scarrabili coperti, carrelli coperti e una postazione centrale per il deposito del rifiuto dopo la sua pesatura preceduta dalla presentazione della tessera sanitaria, in modo che i dati relativi al quantitativo di materiale conferito siano raccolti attraverso un apposito software e trasmessi agli uffici per il computo delle premialità da assegnare ai cittadini “virtuosi”. I lavori in corso si tradurranno altresì nella pavimentazione in asfalto dello spazio e nella realizzazione di un sistema di depurazione delle acque del piazzale. Inoltre il Centro sarà videosorvegliato. “Si accinge a giungere a compimento un progetto atteso da diversi anni e al quale abbiamo fruttuosamente lavorato – afferma l’assessore Caristia – Esso determinerà la creazione non soltanto del centro principale di raccolta, ma anche di due impianti satellite (isole ecologiche), l’uno in via Cristoforo Colombo (vicino all’area della Protezione civile), l’altro in località Lago Ballone, a beneficio dei residenti delle periferie, con la possibilità di concorrere a ridurre il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti. Dal Ccr potrà arrivare una spinta significativa all’incremento della raccolta differenziata (gli ultimi dati, relativi allo scorso luglio, la attestano al 63,44 per cento, comunque un risultato che pone Caltagirone fra i primi Comuni con oltre 30mila abitanti in Sicilia) e all’avvio di percorsi incentivanti per i cittadini che depositino i rifiuti in maniera corretta”. Anche il vicesindaco Sergio Gruttadauria sottolinea “i benefici che potranno aversi grazie al costruendo Centro per un’ulteriore miglioramento della situazione in un settore di strategica importanza per ogni comunità”. “Con questi lavori – dichiara il sindaco Gino Ioppolo – stiamo dotando la nostra città di un Centro essenziale per migliorare ancora di più un servizio importante, chiudendo in maniera efficace il cerchio della differenziata. Il Ccr disporrà pure di un sistema elettronico per la pesatura dei rifiuti, che comporterà un risparmio sulla tariffa del singolo conferitore, introducendo meccanismi che consentano il riconoscimento dei comportamenti responsabili e rispettosi delle regole. Si mettono in atto azioni concrete – conclude il sindaco – per il coinvolgimento diretto degli utenti, con ricadute positive sugli stessi e, in definitiva, sull’intera comunità”.

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com