Venerdì 12 luglio, al municipio, la presentazione del saggio di Alfio Caruso sulla Scuola Agraria di Caltagirone

“La Scuola Agraria di Caltagirone – La storia e la sua influenza sul territorio (1867-1947)” è il
nuovo saggio storico di Alfio Caruso, che verrà presentato venerdì 12 luglio, alle 19, nel salone di
rappresentanza Mario Scelba del municipio nell’ambito dell’”Estate a Caltagirone 2019”. Alla
presentazione, organizzata dalla Società calatina di storia patria e cultura e patrocinata dal Comune,
parteciperanno, oltre allo stesso autore, il sindaco Gino Ioppolo, il dirigente scolastico dell’Iis
Cucuzza Euclide; Maria Malignaggi, i docenti universitari Giuseppe Cucuzza (Università di
Catania) e Luigi Chies (Università di Reggio Calabria) e l’agronomo Gesualdo Incarbone.
Alfio Caruso, presidente della Società calatina di storia patria e cultura, ricercatore e autore
di numerosi saggi sulla storia politica contemporanea siciliana, con questo saggio rivaluta la
memoria e l’importanza della Scuola Agraria, colmando così quei vuoti che, per diversi motivi,
l’hanno interessata. Nonostante un percorso tortuoso, la Scuola Agraria di Caltagirone, una delle più
prestigiose istituzioni del Mezzogiorno, sin dal 1867 e per 150 anni, è stata sempre presente nel
territorio, tanto da incidervi profondamente istruendo le giovani generazioni all’agricoltura e
scontrandosi spesso con un ambiente caratterizzato da pregiudizi, attaccamento ai metodi
tradizionali e insufficiente apertura alle innovazioni. Tutto ciò in un periodo, anche per Caltagirone,
ricco di vicende storiche, sociali, economiche e politiche.

HTML Snippets Powered By : XYZScripts.com